SEARCH SITE BY TYPING (ESC TO CLOSE)

Skip to Content

Odontostomatologia Veterinaria

SERVIZIO DI ODONTOSTOMATOLOGIA VETERINARIA; DENTISTA VETERINARIO PER CANI, GATTI E ANIMALI ESOTICI

Il Centro Veterinario Specialistico ti offre un servizio di Odontostomatologia veterinaria per cani e gatti, ma anche specifico per animali non convenzionali (conigli e altri piccoli mammiferi, rettili).

CHI È IL VETERINARIO ODONTOSTOMATOLOGO

La figura del veterinario odontostomatologo, conosciuta comunemente come dentista veterinario, rappresenta una componente fondamentale delle strutture veterinarie all’avanguardia. Infatti, riveste un ruolo specialistico, occupandosi sia di odontoiatria – la scienza che studia la prevenzione, la diagnosi e la terapia delle patologie che colpiscono il cavo orale e la regione maxillofacciale – sia di ortognatodonzia – la disciplina che si dedica alla correzione, sul piano estetico e funzionale, delle malformazioni maxillo-facciali.

L’odontostomatologo, data la crescente sensibilità rivolta al benessere animale ed alla maggiore aspettativa di vita dei nostri pet, sta diventando sempre più importante nella gestione della loro salute, basti pensare che circa l’80% dei cani e dei gatti di età superiore ai 3 anni soffre di problematiche del cavo orale, come ad esempio parodontiti, gengiviti, fratture dentali e molte altre patologie che risultano essere dolorose e che possono menomare la vita stessa dei nostri compagni animali.

 

QUALI SONO I PRINCIPALI SINTOMI DI PROBLEMATICHE DEL CAVO ORALE IN CANI E GATTI

I sintomi che ci possono orientare verso una patologia in atto a livello del cavo orale del nostro pet sono diversi e non soltanto specifici, ma comprendono anche manifestazioni a livello generale:

– Alitosi, ossia alito cattivo, generalmente associata alla presenza di placca e tartaro.

– Scialorrea, ossia eccessiva salivazione, talvolta accompagnata dalla presenza di sangue o pus.

– Difficoltà nella prensione e nella masticazione dell’alimento, specialmente se cibo secco, fino all’anoressia.

– Abbattimento e riduzione dell’attività ludica conseguente al dolore, sia acuto (che si manifesta durante il gioco) sia cronico (per esempio a causa di parodontiti).

Tac Dentale in un Cane.

QUALI SONO LE PRINCIPALI PATOLOGIE DEL CAVO ORALE IN CANI E GATTI

Fra le principali patologie del cavo orale che colpiscono i cani ed i gatti dobbiamo sicuramente citare:

– La gengivite, ossia l’infiammazione della mucosa gengivale, e le alterazioni che ne derivano, come ad esempio l’ispessimento o la retrazione gengivale.

– La stomatite, ossia l’infiammazione della mucosa del cavo orale.

– La parodontite, ossia l’infiammazione del parodonto, l’insieme delle strutture che tengono in sede il dente (gengiva, legamento parodontale, cemento radicolare, osso alveolare). La parodontite è  generalmente causata dall’accumulo di placca e tartaro associati a un’importante risposta immunitaria del paziente, con conseguente insorgenza infezioni, ascessi e/o fistole oro-nasali, con possibili gravi conseguenze per l’intero organismo (ad esempio emboli settici).

Neoformazioni, sia benigne sia maligne (per esempio: epulidi fibromatose odontogeniche, carcinomi).

Malocclusioni, come ad esempio l’enognatismo (mascella prominente rispetto alla mandibola), il prognatismo (mandibola prominente rispetto alla mascella) e il morso crociato sia anteriore sia posteriore, che possono portare a dolorabilità e difficoltà nell’alimentarsi.

Fratture dentali, riscontrate frequentemente a seguito dell’uso di masticativi eccessivamente duri come ossa e corna di cervo o di bue.

 

PRINCIPALI DIFETTI DENTALI IN MEDICINA VETERINARIA

Difetti numerici: polidontia (presenza di denti sovrannumerari), ipodontia (assenza da 1 a 5 denti), oligodontia (assenza di 6 o più denti) e anodontia (assenza di tutti i denti).

Difetti di dimensioni: macrodontia (denti più grandi del normale) e microdontia (denti più piccoli del normale).

Difetti di forma: alterata morfologia del dente a livello della radice o della corona.

Difetti di sviluppo: difetti che si instaurano durante l’odontogenesi, come ad esempio l’ipoplasia dello smalto; una conseguenza dell’infezione da parte di virus epiteliotropi che avviene durante la fase di formazione dello smalto.

 

COSA RISCHIO TRASCURANDO L’IGIENE DENTALE DEL MIO CANE E DEL MIO GATTO?

L’igiene orale del proprio pet è di fondamentale importanza e la sua negligenza rappresenta uno dei principali fattori predisponenti alle patologie del cavo orale. In particolar modo, trascurando l’igiene orale del nostro compagno animale, inizialmente si riscontrerà la formazione di placca, ossia un deposito uniforme di colore bianco-giallastro costituito da residui alimentari, saliva e batteri, che con il tempo si trasformerà in tartaro, ossia placca mineralizzata non più rimuovibile con il semplice spazzolamento dei denti.
La presenza di placca e tartaro predispone all’insorgenza di gengiviti e parodontiti fino ad arrivare all’instaurarsi di infezioni con la formazione di ascessi odontogenici  e tragitti fistolosi che possono coinvolgere altre strutture circostanti, quali la cavità nasale e/o le strutture oculari, ma anche organi distanti come cuore, fegato, reni e polmoni a seguito della diffusione di emboli settici.

 

PREVENZIONE

Per un corretto mantenimento dell’igiene orale del proprio pet è fondamentale sia spazzolare giornalmente i denti sia eseguire regolarmente visite odontostomatologiche di controllo ogni 6-12 mesi con eventuale detartrasi.
Le tempistiche con le quali eseguire la detartrasi sono estremamente variabili e soggettive e sono legate alla velocità con cui placca e tartaro si accumulano sul dente.

Soggetti più esposti all’accumulo di placca e tartaro:

– cani e gatti ai quali non viene curato l’igiene orale;
– animali appartenenti a razze particolari (per esempio, gli animali brachicefali sono maggiormente predisposti);
– soggetti di piccola taglia;
– soggetti anziani.

 

LA VISITA ODONTOSTOMATOLOGICA: AVVERTENZE

L’osservazione del cavo orale di un animale non è sempre una pratica agevole, soprattutto nel caso di soggetti non troppo disponibili.
Nel caso il vostro pet sia particolarmente pauroso, irrequieto o aggressivo, per evitare che la visita risulti un’esperienza traumatica e poco utile, è consigliabile una sedazione; in questo modo il cavo orale potrà essere ispezionato scrupolosamente e senza arrecare stress al paziente.

 

COME FARE PREVENZIONE ORALE CASALINGA PER CANI E GATTI

L’igiene orale casalinga eseguita quotidianamente è di fondamentale importanza e rappresenta l’unico modo, insieme alla detartrasi eseguita regolarmente ogni circa 6-12 mesi, per mantenere un corretto stato di salute del cavo orale.
Purtroppo non tutti i cani e gatti si lasciano spazzolare i denti facilmente. Ecco come bisogna comportarsi in presenza di animali restii a farsi pulire i denti in casa:

  • Innanzitutto bisognerà abituare il nostro pet a farsi manipolare la cavità orale, andando a toccargli inizialmente il muso e, successivamente, labbra, lingua e palato.
    Il tutto deve avvenire gradualmente, gratificando ripetutamente il cane o il gatto sia con snack sia con coccole.
  • Successivamente bisognerà fare in modo che il pet associ lo spazzolino ad un premio e a un momento di relax e appagamento.
    Mostrate lo spazzolino al vostro animale e contestualmente premiatelo con snack e coccole fino ad arrivare a mettere lo snack – in questo caso liquido/umido (es pasta di acciughe) – sopra lo spazzolino e facendolo leccare finchè non sarà completamente abituato e riconoscerà lo spazzolino come uno stimolo positivo.
  • Una volta che il pet è abituato a queste queste manualità, si procede al vero e proprio spazzolamento dei denti, afferrando delicatamente il muso e sollevando il labbro superiore con il pollice, esponendo inizialmente canini ed incisivi e successivamente premolari e molari. È importante che in questa fase si utilizzi sempre un premio liquido/pastoso in cui verrà imbevuto lo spazzolino (es. pasta d’acciughe) in modo tale che lo spazzolamento stesso sarà la ricompensa stessa. I movimenti di spazzolamento devono essere eseguiti sia in verticale sia orizzontale e devono durare circa 10 secondi per ogni emiarcata.
  • Una volta che il pet è completamente abituato a questa manualità sarà il momento di sostituire il premio liquido/pastoso con un dentifricio apposito per cani/gatti. In commercio se ne trovano diversi, con gusti e sapori differenti; il nostro pet potrebbe preferirne uno piuttosto che un altro per cui, per consentirgli di vivere il momento della spazzolatura con piacere e tranquillità, è consigliabile fargli provare diversi gusti e scoprire quale preferisce.
  • È importante che questa procedura diventi e rimanga sempre un momento di cura, interazione e gioco con il proprietario, piacevole per entrambi.

 

IL VETERINARIO DEGLI ANIMALI ESOTICI

Il Centro Veterinario Specialistico può offrirti un servizio di Odontostomatologia veterinaria specialistico per Animali Esotici, tra cui conigli, furetti, cavie, altri piccoli mammiferi e rettili.

Le patologie dentali sono piuttosto comuni negli Animali Esotici e possono causare loro gravi problemi di salute, soprattutto se non intercettate in tempo da un Medico Esperto.

Per approfondire: Le Patologie Dentali del Coniglio

Summary
Dentista Veterinario
Service Type
Dentista Veterinario
Provider Name
Centro Veterinario Specialisitico,
Via Sandro Giovannini 51/53,Rome,Lazio-00137,
Telephone No.+39068273512
Area
Metropolitan city of Rome
Description
Servizio di Odontostomatologia Veterinaria Specialistica per Cani, Gatti e Animali Esotici (Conigli, Cavie, Piccoli Mammiferi, Rettili).
to-topto-top
06 827 3512 Chiama
320 579 0250 WhatsApp
Prenota